Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


 

"Edizione straordinaria. Occupy Wall Street cresce. Grande manifestazione e marcia oggi a New York"

 

di OWS, 18 novembre, 01.11 ora di New York

– Manifestazione Popolare  di più di 30.000 persone a New York City (il Dipartimento di Polizia di New York ne ha stimate 32.500) compresi gruppi  di lavoratori sindacalizzati, studenti e altri membri del “99%”

– Azioni in almeno altre 30 città del paese e del mondo

– Celebrazione del secondo mese dalla nascita del Movimento del 99%, Festival di Luci sul Ponte di Brooklyn

– Blocco di tutti i punti di ingresso alla Borsa di New York; centinaia di persone partecipano alla disobbedienza civile

– Sensazione che un movimento civico potente e originale è in ascesa

Decine di migliaia di persone si sono mobilitate giovedì 17 novembre per chiedere che il nostro sistema politico sia al servizio di tutti noi, non solo dei ricchi e potenti. Il Dipartimento di Polizia di New York ha stimato in 32.500 persone la folla, al culmine della giornata di mobilitazione. Migliaia si sono mobilitate anche in almeno 30 città degli Stati Uniti. Dimostrazioni hanno avuto luogo anche in città di tutto il mondo.

“Il nostro sistema politico dovrebbe essere al servizio di tutti noi, non solo dei molto ricchi e potenti. Oggi Wall Street è proprietaria di Washington” ha detto il partecipante Beka Economopoulos. “Noi siamo il 99% e siamo qui per rivendicare la nostra democrazia.”

 New York ha guidato la carica in questa giornata energizzante per il movimento emergente. Sulla scia dell’irruzione antelucana del sindaco miliardario Michael Bloomberg contro Occupy Wall Street a Piazza Libertà [parco Zuccotti], all’una del mattino di martedì mattina, migliaia di persone dei cinque quartieri  [Manhattan, Bronx, Brooklyn, Queens, Staten Island] e dell’area più ampia sono affluite ad attuare un’azione pacifica.  In seguito all’azione di Bloomberg, lo slogan “non si può cacciare un’idea quando il suo tempo è venuto” è diventato nel giro di una notte  il nuovo meme del movimento del 99%. La mobilitazione di oggi ha dimostrato che il movimento è in ascesa ed è capace di superare gli ostacoli.

La giornata è cominciata alle sette del mattino con l’affluenza di alcune migliaia di persone a Wall Street. Tutti i punti di accesso alla Borsa di New York sono stati bloccati. I “microfoni del popolo” sono esplosi nelle barricate, con partecipanti che condividevano storie di lotta in un’economia  tetra ed iniqua.

Nel corso della giornata almeno 200 persone sono state arrestate per assemblee pacifiche e disobbedienza civile nonviolenta, compresa la Consigliera Comunale Melissa Mark Viverito, il Consigliere Comunale Jumaane Williams, il vicepresidente del sindacato Workers United International, Wilifredo Larancuent, la presidente del sindacato SEIU International, Mary Kay Henry, il presidente della sezione 1199 del SEIU George Gresham, il vicepresidente del CWA  [sindacato dei Communications Workers of America, lavoratori del settore delle comunicazioni – n.d.t.]  Chris Shelton, Padre Luis Barrios della Fondazione Interreligiosa per l’Organizzazione Comunitaria (IFCO), il capitano in pensione della polizia di Filadelfia, Ray Lewis, e molti altri.

“Tutti i poliziotti sono semplicemente dipendenti dell’un per cento e non si rendono neppure conto di essere sfruttati” ha affermato il capitano in pensione della polizia Ray Lewis. “Appena esco di prigione sarò direttamente di nuovo qui e dovranno arrestarmi di nuovo.”

Il cinquantasettenne operatore in azioni Gene Williams ha scherzato sul fatto di essere stato “uno dei cattivi” e ha detto con simpatia “La verità è che c’è una separazione  tra i ricchi e i poveri e si sta allargando.”

Alle tre del pomeriggio migliaia di studenti sono affluiti Union Square in solidarietà con Occupy Wall Street. Hanno organizzato un dibattito sulle prospettive di una vita di debiti e  sull’insicurezza economica.  Hanno tenuto un’Assemblea Generale studentesca e hanno marciato in Massa verso piazza  Foley.

La manifestazione a piazza Foley è stata elettrizzante. Ha avuto una partecipazione marcatamente varia per razza, religione, genere ed età.  Alla conclusione della manifestazione migliaia di partecipanti hanno attraversato il Ponte di Brooklyn tenendo alte luci, per un “festival di luci” per segnare i due mesi dalla nascita del “movimento del 99%” (il 17 novembre sono due mesi dall’inizio di Occupy Wall Street a piazza Libertà [parco Zuccotti]).

“Ho lavorato duro e ho rispettato le regole, ma quando sono arrivati i tagli di bilancio l’anno scorso ho perso il mio lavoratore di operatore medico sulle ambulanze [EMT, Emergency Medical Technician] ha detto Carlos Rivera, residente nel Bronx. “Sto seduto oggi sul Ponte di Brooklyn perché non è giusto che i nostri dollari di contribuenti abbiano salvato le grandi banche, come quella che è creditrice per il mio mutuo, la Bank of America, ma ora loro si rifiutino di modificare i termini dei prestiti per la casa alle famiglie che lottano, come la mia.  E’ ora che le banche e i super-ricchi paghino la loro giusta parte e che il Congresso aiuti la gente a tornare al lavoro.”

 

Da Z Net – Lo spirito della resistenza è vivo

http://occupywallst.org/article/november-17-historic-day-action-99/

traduzione di Giuseppe Volpe

© 2011 ZNET Italy – Licenza Creative Commons CC BY-NC-SA 3.0

Annunci