Tag


di Fidel Castro (18 aprile 2011)

da ZSpace / Testo originale (Traduzione di Giuseppe Volpe)

Oggi ho avuto il privilegio di guardare l’impressionante sfilata con la quale la nostra gente ha commemorato il Cinquantesimo Anniversario della proclamazione del carattere socialista della Rivoluzione e la vittoria di Playa Giron.

Oggi si è anche aperto il Sesto Congresso del Partito Comunista Cubano.

Mi sono davvero goduto il resoconto dettagliato della sfilata e della musica, dei gesti, dei volti, dell’intelligenza, del coraggio e dello spirito combattente della nostra gente.   Mi ha anche fatto piacere vedere il volto felice di Mabelita, seduta sulla sua sedia a rotelle, e i figli e gli adolescenti di “La Colmenita”, che si sono moltiplicati molte volte.

E’ valsa la pena vivere per vedere oggi questo spettacolo ed è importante anche ricordare per sempre coloro che sono morti perché questo fosse possibile.

Questo pomeriggio, nel corso dell’apertura del Sesto Congresso, ho potuto notare nelle parole espresse da Raul e nei volti dei delegati all’evento, il più importante del nostro Partito, lo stesso sentimento di orgoglio.

Avrei potuto essere presente nella Piazza della Rivoluzione forse per un’ora, sotto il sole e nel caldo, ma non per tre ore. Avrei potuto sentirmi attratto dal calore umano che si è creato là, e ciò sarebbe stato un problema per me.

Credetemi; mi è dispiaciuto vedere che alcuni di voi hanno guardato in alto, cercando di trovarmi sulla tribuna. Ho pensato che comprenderete che non posso più fare quello che ho fatto così tante volte.

Vi ho promesso che sarei stato un soldato delle idee e questo dovere sono ancora in grado di adempierlo.

Fidel Castro Ruz

Annunci